© 2019 by Zeta Service

  • Instagram
  • Facebook Icona sociale
  • LinkedIn Icona sociale
Please reload

Post recenti
eBook

Gli uomini e le donne sono uguali?

September 20, 2017

Il Progetto Libellula è un progetto sociale promosso da Zeta Service, volto a prevenire e contrastare la violenza sulle donne creando il primo network di aziende unite nel promuove una nuova sensibilità culturale, che rifiuta le discriminazioni e le sopraffazioni sulla donna.

Grazie al Progetto Libellula abbiamo avuto l’occasione e il privilegio di confrontarci con 13 aziende e oltre 2300 dei loro collaboratori sul tema della violenza sulle donne, così delicato e tristemente presente nelle cronache di ogni giorno.

 

I dati emersi fanno riflettere, perciò abbiamo ritenuto utile condividerli con voi: da domani, giovedì 21 settembre, potrete scaricare, sul sito progettolibellula.com, l’ebook gratuito della ricerca, che vi fornirà un quadro chiaro di quanto il tema della violenza sulle donne sia attualmente poco conosciuto e discusso nelle aziende.

 

Condividiamo qui qualche riflessione, anticipandovi ciò che troverete, in modo approfondito, all'interno della ricerca.

 

Abbiamo scelto di mettere la cultura e linguaggio al centro della filosofia del Progetto Libellula perché siamo convinti che la lotta alla violenza sulle donne abbia a che fare con credenze e parole. È proprio attraverso le parole che si disegnano i confini fra ciò che è accettabile e ciò che non lo è, creando, di fatto, la nostra visione del mondo.

 

Per esempio, il concetto di discriminazione di genere, o sessismo indica un trattamento non egualitario tra le persone basato, appunto, sul genere. 

Quello che accade è che le discriminazioni di genere si manifestano proprio sulla base di convinzioni come la presunta superiorità dell’uomo rispetto alla donna, inquadrando gli uni e le altre in base a stereotipi di genere e ai relativi pregiudizi. 

 

Forme di sessismo contro le donne possono trovarsi nella discriminazione riguardo agli studi e al lavoro, nella differenza di retribuzione in ambito lavorativo…e per intervenire si queste visioni, occorre intervenire sulla cultura che le genera.

 

Ma lo stesso accade anche con un’altra forma di sessismo, forse più subdola, sicuramente altrettanto pervasiva: quella dell’elogio della donna nel suo ruolo di madre, sposa, musa ispiratrice. L’esaltazione della donna attraverso questi aspetti non fa altro che confermare stereotipi e pregiudizi dilaganti, come quello del binomio donna/casa. Ancora un volta il tutto passa dalle parole, dal modo in cui raccontiamo le cose, dal senso che scegliamo di dare a ciò che accade.

 

All’interno della ricerca analizziamo le differenti forme di discriminazione e violenza ma soprattutto raccontiamo quanto le persone che lavorano nelle aziende siano sensibilizzate sul fenomeno e quanto sia importante portare alla luce tutti questi aspetti del fenomeno in modo che siano sempre più riconoscibili e prevedibili, di conseguenza gestibili.

 

 

 

Voi per esempio: sapete quante donne della vostra azienda sono vittime di violenza privata?

Sapete se i vostri collaboratori riconoscono il concetto di violenza in tutte le sue sfumature o se sono vittime dei luoghi comuni quando si parla di questo fenomeno?

 

 

 

L’eBook è un invito ad avvicinarvi al Progetto Libellula, conoscere il suo programma e assumere con la vostra azienda un ruolo attivo nel sensibilizzare i collaboratori e contrastare il fenomeno, promuovendo una nuova cultura della bellezza.

 

Anche l’ISTAT in occasione della festa della donna, lo scorso 8 marzo, ha realizzato un’ infografica che aiuta a riconoscere in quante forme esiste la discriminazione delle donne nei vari contesti di vita quotidiana, senza essere, nella maggior parte dei casi, neppure vissuta come tale. Talmente tanto è radicata nelle abitudini.

All'interno dell'eBook troverete altri dati a riguardo.

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Please reload

Archivio