© 2019 by Zeta Service

  • Instagram
  • Facebook Icona sociale
  • LinkedIn Icona sociale
Please reload

Post recenti
eBook

Quante e quali sono le principali forme della violenza sulle donne?

November 9, 2017

Grazie al Progetto Libellula, progetto sociale sostenuto da Zeta Service, abbiamo avuto l’occasione e il privilegio di confrontarci con 13 aziende e oltre 2200 dei loro collaboratori sul tema della violenza sulle donne e le diverse forme con cui si manifesta.

 

 

Mediante i focus group condotti da Giorgia Ortu La Barbera, responsabile scientifica del Progetto, siamo stati incoraggiati a riflettere su quante e quali forme di violenza sulle donne esistano.

 

Quando si è accennato al concetto di violenza, tutti i partecipanti hanno subito pensato a quella più esplicita, la violenza fisica che lascia segni evidenti.

Solo con un’analisi più attenta ci siamo resti conto che questa è solo quella più discussa, di cui parlano tutti i media attraverso le notizie di cronaca nera ma che forse è quella meno pregnante nella vita di tutti noi.

 

Esistono infatti altre forme di violenza di cui non si parla, forse per timore o, più spesso, perché non vengono riconosciute come tali; ma è sufficiente soffermarsi un attimo a riflettere per rendersi conto che ognuna di noi potrebbe averle subite nel corso della vita.

Gli studi su questo tema fanno riferimento ad altre tre forme espressive della violenza sulle donne:

  • psicologica

  • sessuale

  • economica

 

 

Nel post vogliamo anticiparvi due forme espressive.

 

 

 

Gli approfondimenti su ciascuna delle forme di violenza

 potete trovarli cliccando e

scaricando l'eBook. 

 

 

Violenza psicologica

La violenza psicologica si riferisce a tutte quelle azioni che svalutano la persona, la sminuiscono di valore, la attaccano distruggendone l’immagine e la sicurezza.

Questa tipologia di violenza comprende:

  • minacce e ricatti alla donna, ai suoi figli o ai parenti. Minacce che possono essere di morte, di attacco alla reputazione, di danneggiamento in senso generale.

  •  umiliazioni pubbliche e private, oltre che continui insulti come: “stupida”, “ignorante”.

La violenza psicologica, inoltre, si compone di fattori di controllo o imposizione delle scelte individuali con frasi come: “non devi vedere quelle persone”, la ridicolizzazione (ad es. “guarda come ti vesti”).

 

 

La violenza economica

Forme di violenza sulle donne di tipo economico riguardano tutto ciò che, direttamente o indirettamente, impedisce, ostacola o concorre a far sì che la donna sia costretta in una situazione di dipendenza quando non ha mezzi economici sufficienti per sé e i propri figli. Questa situazione di dipendenza la priva della possibilità di decidere e di agire autonomamente soddisfacendo i propri desideri e le proprie scelte di vita. Questa forma di violenza si realizza attraverso svariate forme di controllo: negando, controllando puntigliosamente o limitando l’accesso alle finanze familiari, occultando ogni tipo di informazione sulla situazione patrimoniale (che va dal sapere a quanto ammonta lo stipendio del compagno all'accesso al conto corrente in banca), facendo firmare con la forza o l’inganno documenti, ecc.

 

Le forme di violenza di cui abbiamo parlato hanno sviluppi e argomentazioni molto più ampie che potrete approfondire nell’eBook.                             

 

 

Sei interessato a far conoscere questi aspetti

anche alla tua azienda?

 

Tra i vari percorsi proposti dal Progetto Libellula abbiamo dedicato una sezione alla sensibilizzazione e informazione sul tema della violenza: contattaci e porta il corso nella tua azienda.

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Please reload

Archivio